Skip to content Skip to navigation

Occhiali a buon mercato

Quando facciamo un acquisto conveniente, dobbiamo sempre chiederci se è vera convenienza. Nel caso degli occhiali può nascondere rischi per la salute.

Versione stampabile

L’acquisto "troppo" conveniente nel caso degli occhiali può nascondere rischi per la salute:

  • un prodotto che non rispetta le caratteristiche necessarie (o prescritte dalla legge) per garantire la salute degli utilizzatori (contraffazione),
  • una gestione della vendita che non garantisce l’acquisto del prodotto adeguato all’uso fatto dall’utilizzatore (incompetenza del venditore),
  • un acquisto del tipo “una botta e via”, con tanti saluti alla competente assistenza nel post vendita.

Perciò, convenienza SI, ma convenienza per chi?

Nell’occhialeria 

  • la contraffazione interessa ogni anno circa il 15% del mercato .
  • è un settore dove più di altri il consumatore non ha né competenza né esperienza per valutare a priori la “genuinità” del prodotto; deve fidarsi del venditore.

Sulla garanzia che l’acquisto, se pur conveniente, sia adeguato all’uso che l’utilizzatore ne dovrà fare, non esiste ovviamente nessun organo di controllo, se non 

  • la competenza e la professionalità di chi vende 
  • il buon senso di chi acquista.

L’attività dell’ottico necessita di: 

  • personale esperto e qualificato dallo svolgimento di adeguati percorsi di studio e formazione professionale, 
  • aggiornamento e formazione continua per essere sempre al passo con l’evolversi dei prodotti e delle esigenze dei consumatori ,
  • continua ricerca nell’ambito dei fornitori/prodotti per poter proporre quanto di meglio la ricerca tecnologica realizza a vantaggio del benessere visivo del consumatore.

Sono attività 

  • “invisibili” all’occhio del consumatore, 
  • costose per l’azienda che le attua, 
  • forse le prime ad essere eliminate o ridotte per ridurre i costi aziendali e poter così proporre al mercato più “convenienza”.

Certo, acquistare occhiali “convenienti” può 

  • far bene al portafoglio, nell’immediato ma certo non nel lungo termine,
  • assicurare uno status symbol a basso prezzo, 

ma questa “banalizzazione” di un prodotto che deve proteggere un organo di senso dal quale passano il 90% delle informazioni del mondo che ci circonda, potrebbe anche mettere a rischio la SALUTE e l’utilizzo appropriato di quello che si acquista.